giovi

Corriere della Sera Domenica 4 Marzo 2004 di Luigi Veronelli

Pierluigi Celli, ex direttore generale della Taittivù, mi ha inviato il 2 febbraio, per i miei 75 anni, la cassetta del (Viaggio Sentimentale nell’Italia dei Vini). Il successo nei luoghi in cui vennero trasmesse fu enorme.  Ieri ho bevuto, la prima volta la Grappa di Palari dell’architetto Salvatore Geraci, di Messina. Ha spremuto, lieve, le …

Corriere della Sera Domenica 4 Marzo 2004 di Luigi Veronelli Leggi altro »

Gambero Rosso Dicembre 2003

In quello spigolo della Sicilia che il mare separa dalla Calabria nascono gli straordinari gioielli alcolici firmati Giovi. Per le sue grappe e le esclusive acquaviti di frutta Giovanni La Fauci, una passione sconfinata e totalizzante per la distillazione, impiega alambicchi di propria invenzione e materie prime, rigorosamente siciliane, selezionate in modo quasi maniacale. Scopo, …

Gambero Rosso Dicembre 2003 Leggi altro »

L’Arena lunedì 19 Maggio 2003 di Morello Pecchioli

….A Valdina c’è la distilleria Giovi: produce una serie di acquaviti che hanno fatto inchinare, in Austria, gli esperti di Destillata di Vienna. Le fanno con fichidindia, mele del’Etna, pesche. E poi grappe monovitigno come Malvasia delle Lipari, Nero d’Avola e lo straordinario moscato di Pantelleria: acquavite fruttata, morbida, generosa.

Giornale di Sicilia Mercoledì 11 Ottobre 2000

Le migliori grappe? Le fanno anche in Sicilia.  Se qualcuno pensa che questo prodotto ottenuto con le vinacce sia appannaggio delle regioni del Nord Italia, Veneto e Trentino in testa, dovrà rivedere i suoi giudizi. Soprattutto dopo che la distilleria Giovi di Fondachello Valdina, in provincia di Messina, già nota agli addetti ai lavori e …

Giornale di Sicilia Mercoledì 11 Ottobre 2000 Leggi altro »

L’Espresso 17 Agosto 2000 di P.M.

I “bastardoni” sono i fichi d’India dell’Etna che in questo periodo subiscono il diradamento. Così il frutto sarà più concentrato e Giovanni La Fauci, titolare della distilleria Giovi, nata nel 1986 su suggestione dell’architetto Carlo Hauner, avrà il prodotto ideale per fare lo straordinario e fine distillato di fichi d’India. I frutti vengono decorticati manualmente, …

L’Espresso 17 Agosto 2000 di P.M. Leggi altro »

L’arte di vivere domenica 13 Agosto 2000 di Marco Gatti e Roberto Formica

Fino a qualche anno fa, quando ad un intenditore veniva proposto un distillato made in Italy, la risposta più frequente era no grazie. I distillati più apprezzati erano solo i grandi stranieri: whiskey, cognac, rhum. Certo, l’erba del vicino è sempre più verde…. Ma la verità era che, in Italia, i mastri distillatori seri, che …

L’arte di vivere domenica 13 Agosto 2000 di Marco Gatti e Roberto Formica Leggi altro »

Milano Finanza sabato 3 Luglio 1993 di Cesare Pillon

La sede è a Fondachello Valdina, un pesino siciliano alle porte di Milazzo. Ma chi va a cercarci la distilleria Giovi si convince di aver sbagliato indirizzo: lì c’è soltanto una grossa fornace. E che c’entrano i mattoni con la grappa? Invece è proprio lì che Giovanni La Fauci vive fino in fondo il proprio …

Milano Finanza sabato 3 Luglio 1993 di Cesare Pillon Leggi altro »

Il Vino Luglio Agosto 1991

Giovanni La Fauci è un siciliano unico nel suo genere: a Valdina, tra Messina e Milazzo, la sua distilleria Giovi produce le migliori acquaviti del sud Italia. E non solo del sud. La sua carica di estro, simpatia e sensibilità si ritrova nei distillati di frutta, elaborati con una maniacale ricerca del meglio. Perché tutta …

Il Vino Luglio Agosto 1991 Leggi altro »