Mixology

E’ proprio questa filosofia di pensiero, che ha permesso di far giovare varie generazioni siciliane e non solo, mantenendo questo rapporto diretto tra l’azienda e i loro clienti, da sempre e per sempre. L’azienda si pone l’obbiettivo di mantenere questa filosofia, ed è cosi che altre generazioni potranno giovare di tale qualità nel futuro. La drink list è stata pensata per far giovare tutte le generazioni, ed ogni drink si rivolge a te. Abbiamo giovato e sicuramente continueremo a farlo nel tempo. Giovasti, Giovavi, Giovi, Gioverai...

Drink List Giovi London Dry Gin

La drink list dedicata a Giovi London Dry Gin, tende a raccontare attraverso quattro drink la storia e la filosofia dell’azienda della famiglia La Fauci. L’azienda è stata fondata 40 anni fa da Giovanni e Vincenza a Fondachello Valdina, provincia di Messina, dove il master distiller cominciò distillare le vinacce di molti produttori di vino, provenienti da varie zone della Sicilia.  Con gli anni l’azienda si espanse e, sfruttando i propri terreni sull’Etna iniziò a distillare frutta fresca come pesche, albicocche, ciliegie e addirittura fichi d’India. L’amore e la passione per la distillazione sono state ereditate dalle nuove generazioni che con il loro arrivo portano avanti nuovi progetti iniziando a distillare un London Dry Gin ed una Vodka. La persona che tanto si è data da fare e che con tenacia ha portato avanti tale progetto è Giuseppe , figlio di Giovanni. Dopo un periodo di sperimentazione , in collaborazione col padre, è riuscito a dare vita a ciò che noi oggi conosciamo come il Giovi London Dry Gin.

Il piacere e la voglia, di mantenere gli standard alti fanno di questo prodotto un’eccellenza. La materia prima, il grano siciliano, viene acquistato e fermentato in azienda, per poi essere distillato a colonna una prima volta, a tale punto il medesimo viene ridistillato con sole botaniche fresche e italiane. Al London Dry Gin viene aggiunta soltanto dell’acqua demineralizzata e  dopo essere stato filtrato riceve un leggero processo di affinamento in bottiglia.

La prima drink list dedicata alla Vodka Giovi non poteva che essere un tributo alla famiglia Le Fauci ed ogni drink racconta la personalità e la bellezza di ognuno di essi. Il progetto Giovi Vodka ha radici ben più remote di quanto pensiate. Infatti Giovanni, master distiller dell’azienda, fermenta e distilla grano da dieci anni. E’ lì che, inconsapevolmente, tutto ebbe inizio, quando cominciò a produrre una vodka per il famoso attore americano di origine siciliane Chazz Palminteri (Bivi Vodka)...

Drink List Giovi Vodka

Giovanni fin da subito utilizza i grani Tumminia e Russello, grani autoctoni siciliani. La vodka Giovi è il primo progetto in cui tutta la famiglia coopera con l’obbiettivo di creare la prima vodka completamente siciliana. Giovanni in principio iniziò a produrre acquavite di grano per poi, insieme a tutta la famiglia La Fauci, produrre un  secondo prodotto modificando il metodo di produzione dell’acquavite, appunto, la Vodka Giovi. La differenza tra l’acquavite e la vodka sta nella distillazione. Mentre la prima viene distillata in alambicco pot still, la seconda viene distillata in alambicco a colonna. Papà Giovanni, mamma Mariella ed i due figli Rocco e Giuseppe, dopo tanti sacrifici riescono, così, a produrre un prodotto d’eccellenza. Facendo un passo indietro lasciatevi raccontare come la Vodka Giovi viene prodotta. Il grano, una volta arrivato in azienda, viene fermentato sotto gli occhi attenti dell’intera famiglia. Il vino di grano, nonché il grano fermentato, viene distillato due volte nella piccola ma originale colonna della distilleria. Una volta raggiunta la percentuale alcolica del 95%, la vodka viene affinata per sei mesi in acciaio, per poi essere diluita con acqua demineralizzata dei Monti Peloritani fino a raggiungere i 40 °. Successivamente  viene filtrata a carboni attivi, e infine viene imbottigliata e distribuita.

Bartender Simone Molè

Simone Molé, classe 1990, nato a Modica e cresciuto per il mondo.

Lascia la scuola a 14 anni per iniziare a dedicarsi al lavoro nel bar degli zii. La voglia di intraprendere il cammino dietro un bancone è forte e così inizia un lungo percorso, fatto di bar, cocktails, onde, musica e amici. Oceania e Asia sono le tappe che modellano lo spirito di Simone e lo porteranno a svolgere il suo lavoro con dedizione e passione, da semplice e umile lavapiatti a Bar Supervisor di Freni e Frizioni. L’anno 2019 è stato super per Simone, prima l’inserimento al Lyaness di Londra e poi una Best 8 Final a World Class Italia.

Oggi é in Sicilia e lavora per NEO, dove ne è General Manager e socio. NEO è un bar tutto nuovo, situato a Cefalù. Simone ha fatto convergere il suo nuovo marchio Sober nel concept del locale. Il Menú “Food & Drinks”del locale da completa attenzione agli ingredienti e ai produttori di essi, veri protagonisti dei suoi drink e piatti.

#SOBERDRINKS rappresenta lo stile semplice in cui Simone crede. Bevande e cibo sono solo il ponte tra noi, operatori, e i veri protagonisti della nostra industry, i nostri Ospiti.

Torna su